“Attimi di visibile sonorità”

Inaugurata sabato 22 ottobre, alla presenza del compositore veneziano e artista visivo Claudio Ambrosini, la mostra “Attimi di visibile sonorità” al foyer del Teatro Verdi di Pordenone: si tratta di un passo ulteriore del progetto “Arte a Teatro” avviato nel 2019 che vede coinvolto in primo piano il liceo E.Galvani.

Si conferma, quindi, da parte del Teatro, la scelta di ospitare negli spazi dei foyer le opere di artisti che sono profondamente coinvolti nella dimensione del teatro e della musica. Anche nel caso di Claudio Ambrosini – Leone d’Oro per la Musica alla Biennale di Venezia 2007, Premio Abbiati 2011 e 2019, Premio Internazionale “Leonardo Paterna Baldizzi” dell’Accademia dei Lincei, dal 2021 membro dell’Accademia di Santa Cecilia – ad essere indagato è il versante visivo della sua produzione. Spiega il presidente Giovanni Lessio: «Ancora più intenso è stato e sarà il coinvolgimento delle scuole negli appuntamenti di formazione connessi alla mostra, tra tutte la particolare collaborazione con il Liceo Artistico “Galvani” di Cordenons, ai cui allievi è stata affidata negli scorsi mesi la realizzazione di commenti visivi alle opere di Claudio Ambrosini, che ora confluiscono nell’assetto espositivo della mostra».

Il Liceo “Galvani” nel corso del 2021 è stato protagonista di una serie di incontri di approfondimento sulla figura di Ambrosini, in quanto compositore e sperimentatore nel campo delle arti visive; ad alcuni studenti dell’indirizzo di Grafica è stata, in particolare, affidata la realizzazione di stampe che costituissero un loro personale commento alle opere di Ambrosini: seguiti dalle docenti Sandra Cimolino, Federica Forner e Moira Piemonte, gli allievi hanno eseguito i lavori che ora confluiscono nella mostra dedicata al grande musicista veneziano.

Lo spirito dell’iniziativa si è efficacemente condensato nel progetto grafico del manifesto della mostra, firmato dalla studentessa Laura Sassano: un brano di partitura della Morte di Caravaggio di Ambrosini, attraversato da una dinamica pennellata che parla di entusiasmo giovanile, di amore per la pittura e dell’inconsistenza delle barriere fra le arti.

La mostra resterà aperta ad ingresso libero in tutte le giornate di spettacolo fino al 16 dicembre prossimo.

Locandina evento

Esposizione opere studenti 5^E 21/22

Allegati
IMG_6621.JPG
IMG_6620.JPG
AMBROSINI_22-10-22_LQ 31.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 30.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 27.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 29.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 27 (1).jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 24.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 21.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 14.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 20.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 12.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 2.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 4.jpg
AMBROSINI_22-10-22_LQ 1.jpg