Dedica 2020 - premiazione

Si sono svolte oggi, a Pordenone, nel convento di San Francesco, le premiazioni del concorso “Parole e immagini per Hisham Matar – Dedica 2020", legato all’edizione, che si è svolta online a novembre, del festival organizzato dall’associazione Thesis, incentrata sullo scrittore inglese ma di origine libica Hisham Matar, premio Pulitzer.

Collegato dalla sua casa di Londra, Matar ha assistito alla consegna dei riconoscimenti, ha dialogato con i rappresentanti dei ragazzi presenti e ascoltato gli interventi del presidente di Thesis Antonino Frusteri, dell’assessora regionale alla Cultura Tiziana Gibelli e, per il Comune di Pordenone, dell’assessora comunale Pari opportunità e Turismo Guglielmina Cucci, oltre che delle curatrici del progetto Annamaria Manfredelli e Daniela Gasparotto e dei rappresentanti dei sostenitori dell’iniziativa: lo special partner servizi Cgn, Fondazione Friuli, Bcc Pordenonese e Monsile, Coop Alleanza 3.0, Assilab Previdenza e Servizi.

460 gli studenti di cinque istituti superiori (Isis Sarpi San Vito al Tagliamento, Liceo Artistico E. Galvani Cordenons,
 Liceo Le Filandiere San Vito al Tagliamento, Liceo Leopardi-Majorana Pordenone, Liceo Scientifico M. Grigoletti Pordenone) che hanno prodotto, utilizzando i vari linguaggi multimediali, video, recensioni, disegni, brani musicali, leggendo i suoi libri e approfondendo i suoi temi. 92 i lavori presentati.

Il Liceo Artistico E.Galvani ha ricevuto due preziosi riconoscimenti; la studentessa Aurora Tranquilli della II C è stata premiata nella categoria “biennio”. Il suo testo, "Il martirio di San Lorenzo di Tiziano", ha ricevuto questa motivazione per il premio: "La contemplazione del martirio di San Lorenzo di Tiziano narrata da Hisham Matar diventa spunto per una profonda ed accorata riflessione sul dolore e sulla crudeltà del nostro mondo."

E l’ex studentessa diplomata nel 2020 nell’indirizzo architettura Francesca Caneva, nella categoria triennio; il suo testo, "Man-tenere il tempo", è stato premiato con questa motivazione: "Dalla lettura de Il ritorno scaturiscono riflessioni intense ed efficaci sul tempo, lo spazio, la vita, la morte, la gioia, il dolore, la presenza, l'assenza..."

La gioia del premio è doppia in quanto per la prima volta studentesse del liceo artistico ottengono un riconoscimento non nella sezione artistica o multimediale ma in quella letteraria: è per me un onore, e pertanto grazie ai docenti Luca Gianni e Lucia Bettoli e a tutti i partecipanti per il grandissimo merito di aver arricchito di un riconscimento inatteso la nostra scuola, segno di una complessità artistica e culturale di cui abbiamo la responsabilità di far tesoro. 

"I vostri lavori mi hanno commosso", ha detto Matar "Quando scrivi sei solo, hai idee astratte delle persone per cui scrivi e la cosa straordinaria dei libri è che prendi il libro e sei solo tu con lui... avere questo riconoscimento da studenti giovani, smart e intelligenti come voi e attraverso vari linguaggi è straordinario, grazie per questa gioia.

"Non bisogna cadere nella trappola in cui caduto anch’io da giovane come voi: a volte l’intelligenza viene scambiata per conoscenza o il contrario, ma essere intelligenti dipende dal nostro entusiasmo per la curiosità, dovremmo inventare un test sulla curiosità, più curiosi siamo più viviamo appieno e la letteratura accende il nostro istinto verso la curiosità".

In allegato i testi delle due autrici vincitrici.

Aurora Tranquilli riceve il premio per Dedica 2020

Francesca Caneva riceve il premio Dedica 2020

Allegati
Aurora_Tranquilli_Dedica.pdf
Francesca Caneva Dedica Scuola.pdf