"Se vivrò dovrò pur tornare"

Lo spettacolo teatrale "Se vivrò dovrò pur tornare", prodotto dal "Teatri Stabil Furlan" e dalla "Società Operaia di Mutuo Soccorso e Istruzione", costruito partendo da testi minori e comunicazioni private di Pier Paolo Pasolini, riflette in particolare sul tema dell'autonomismo culturale e politico locale e sul valore delle lingue minori, in riferimento alla fase friulana della vita del grande intellettuale di cui quest'anno ricorre il centenario della nascita. Nel contesto professionale dell'allestimento, cui collaborano a vario titolo nomi fra i più affermati del teatro regionale degli ultimi anni, trova spazio anche il contributo corale e scenico degli studenti delle scuole superiori pordenonesi riuniti nel "Coro Sing-In", fra cui, per il Liceo Galvani, Michelle Bardella di 4C, Rossana Dangol Maharjan ed Eleonora Pajer di 5C, Sara Marson di 5E. In questa prima fase il lavoro verrà proposto nella formazione scenica più completa all'Auditorium Concordia di Pordenone sabato 29 ottobre (una recita mattutina per le scuole e una serale aperta al pubblico) e la sera di giovedì 3 novembre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, nel capoluogo friulano.
Allegati
IMG-20221017-WA0016.jpg